Mostra personale “King Com” di Mr Savethewall

 

OPERE PROVOCATORIE DELL’ARTISTA CONTEMPORANEO 

MR. SAVETHEWALL NELLA MOSTRA PERSONALE “KING COM” 

RISTORANTE CAFFE’ TEATRO 

Piazza Verdi, 11 Como

18 febbraio – 18 marzo 2014

 

Pierpaolo Perretta, in arte Mr. Savethewall, esponente della street art, inaugura la mostra temporanea “King Com”, il 18 febbraio alle ore 19.30 presso il ristorante Caffè Teatro. Le sue opere saranno esposte per un mese mostrando la sua visione del mondo, dell’Italia, della società e dell’attualità, con graffiante ironia e creatività estrema.

L’artista comasco trasmette messaggi forti, spesso provocatori, di critica o di denuncia della contemporaneità e utilizza la tecnica stencil, tipica della street art. E’ un artista unconventional, mai banale, che non lascia indifferente l'osservatore di ogni età ed estrazione sociale sorprendendo ed emozionando.

Il suo mondo è fatto di colori, forme, idee, sperimentazione, ricerca e creatività e i suoi lavori condensano un registro verbale con un registro figurale sempre di forte impatto. Le sue opere sono la combinazione di messaggi presentati sotto forma di slogan, frasi a effetto, giochi di parole e immagini realizzate con vernice spray e stencil che ritraggono oggetti, atteggiamenti o personaggi attinti dal panorama sociale, mediatico, politico ed economico.

Ex manager, Mr. Savethewall ha deciso di realizzare la mostra personale “King Com” al Ristorante Caffè Teatro non nuovo ad iniziative con artisti di talento, per riempire il locale di pura arte libera e per far uscire allo scoperto le sue idee forti e i messaggi profondi. “L’opera rappresentativa della mostra, raffigura King Kong che si arrampica sul monumento ai caduti di Como, uscito dalla foresta dove era libero di esprimersi secondo la propria natura. Io mi rivedo in lui e voglio mostrare la mia creatività e la forza delle mie idee in una città, Como, che credo abbia enormi potenzialità”

Tra le opere esposte fino a metà marzo: La Madonna della Pietà michelangiolesca che piange sulle sorti (infauste) dell’Italia, Papa Francesco che si improvvisa writer (Change we need), la casa del Mulino Bianco data alle fiamme (La famiglia del Mulino Bianco non esiste), la bambina con l’iPad (Holy Ipad) che sta a rappresentare la perdita dell’autorità simbolica della figura paterna,  dal Big Bang al Big Bang, Injustice  e molte altre ancora.